sabato 1 gennaio 2011

GIORNO UNO

Ieri era il mio “giorno zero”.
Il giorno in cui ho ricevuto le staminali di un generoso ragazzo tedesco di 19 anni che nemmeno mi conosce, che forse mi ha salvato la vita. Che sicuramente mi ha dato l'unica speranza che potevo ancora avere.
Il mio "albero di Natale"

Anno nuovo, midollo nuovo. Battuta forse un po' scontata. Ma quell'”anno nuovo, vita nuova” è un augurio che per me quest'anno contiene una speranza che non so dire.

Speranza perché la generosità è ancora presente al mondo, nonostante quello che vogliono farci credere. Sono convinta che il mondo vada avanti proprio grazie ai fatti concreti di chi decide ancora e nonostante tutto di amare, di fidarsi, di creare una famiglia e fare dei figli, di dare qualcosa di sé: il proprio tempo nel volontariato, il proprio sangue, le proprie staminali.

Speranza perché non so le motivazioni che hanno spinto questo ragazzo al suo gesto. Non so se l'ha fatto per fede o pura umanità. Ma sono convinta che le due cose si identifichino: là dove ci sono valori profondamente umani, è perché sono dati da Dio che ha creato l'uomo. Ci ha fatti così. E questo unisce e unirà sempre chi crede e chi non crede: la ricerca dei valori umani più profondi.

Speranza perché a salvarmi è un ragazzo di 19 anni. E di questi tempi in cui i giovani sono spesso visti come un “problema” e persino il nostro presidente Napolitano deve ricordare a tutti che invece sono un'opportunità che chiede solo di avere la sua possibilità (grande!), un ragazzo di 19 anni fa una cosa così. Alla faccia di tutte le marionette che si credono importanti perché passano 5 minuti in tv. Non sono loro che cambiano il mondo, non saranno amate perché sono conosciute. Questo ragazzo avrà sempre qualcuno che pensa a lui con gratitudine, che prega per il bene suo e di chi ama.
Le "mie" staminali nuove!!!!

Ieri era il “giorno zero”, oggi è il “giorno uno”.
Mi piace l'idea: lo zero resta lì da solo, l'uno è l'inizio di una serie.
Se il neonato si fermasse al primo respiro staremmo freschi...
E poi, neanche a volerlo, è sottolineato dalla data: 1/1/11, una sfilza di uno che mette allegria!!!
Oggi è il giorno uno della mia vita tutta nuova.
Buon anno a tutti!!!

11 commenti:

  1. Io continuerò ad ammirare la persona che sei...e mi stai facendo riflettere su un sacco di cose...
    TI VOGLIO BENE!
    Grazie,Pappy

    RispondiElimina
  2. Come hai detto tu e ti ho scritto in bacheca...anno nuovo vita nuova non è solo un modo di dire...in ogni capodanno c'è un segno di rinnovamento personale, un segno che segna una evoluzione...e nel tuo caso, sicuramente c'è una combinazione di segni e sintomi per dirla come in semeiotica che fanno pensare che quest'anno ti rivedrò operativa....grazie x renderci partecipi del tuo cammino. Un abbraccio grande Claudia. FrancyV.

    RispondiElimina
  3. Buon anno e "buon giorno due". Ciao!

    RispondiElimina
  4. 1... 2.. 3... eeeee.... QUATTRO !!!
    Un abbraccio grosso
    Marco

    RispondiElimina
  5. FORZA CLA'...
    ERICA, BEBO, BEBA

    RispondiElimina
  6. Auguri claudia...
    sono finito sul tuo blog per caso, questo è il primo blog che leggo nella mia vita.
    Stanotte però ero alla ricerca. Ero alla ricerca di polvere di stelle, la speranza è così che mi piace chiamarla. Così ho trovato te e ne ho fatto una scorta.
    Leggere del tuo giorno uno è stato bellissimo, per un attimo ho visto le mie mani scrivere quelle parole.
    Ti sono davvero vicino e spero che tutto proceda per il meglio!!

    RispondiElimina
  7. Forza, non perderti di coraggio, andrà tutto bene, Luca l'Anestetico

    RispondiElimina
  8. ciao, sono un donatore ADMO .sono uno dei tanti amici che hanno potuto donare staminali. ma il vero miracolo è stato conoscere ADMO e capire che anche per me, dal giorno della donazione, iniziava il giorno zero-uno-.... per continuare il percorso iniziato da Mario Bella vent'anni fa. fai in fretta a riprenderti che abbiamo bisogno di Te nel club!!!!!!!
    da ora hai un'amico in più
    Angel

    RispondiElimina
  9. Quanta speranza in questo post! Un abbraccio, Raffaella

    RispondiElimina
  10. Ciao e' bello sentire gente come te che conta il primo giorno e cosi' via.
    Io ne ho gia' contati 3951 e continuero' all'infinito fin che la forza mi aiutera a farlo'
    Un abbraccio Ivan.P

    RispondiElimina
  11. Mariafrancesca24 ottobre 2016 22:55

    Quanta speranza che nel tempo si è trasformata! Claudia sosteneva l'Admo e ne sarebbe diventata parte integrante! Anzi mi correggo: è sostenitrice spirituale visto che non è più con noi! La sua vita terrena si è conclusa il 19 giugno 2011 giorno del suo 36° compleanno! Aveva raggiunto il suo traguardo che per ognuno di noi è segnato! La sua voglia di vivere non è bastata di fronte ad un male che l'ha sopraffatta! A distanza di cinque anni, ritornando su queste pagine mi piace ricordarla a chi l'ha conosciuta di persona o attraverso queste righe. Grazie a tutti! La mamma

    RispondiElimina